Epistolario #6 //

3 Lug

Bianco. E una vista sconfinata.

Io attendo.

Attendo il tuo apparire pienamente, dietro alla foschia del mio sguardo, la nebbia della mia visione.

E intanto il suono della natura apre un infinito logorante.

Passi, tracce, segni.

Suoni, rumori. Forse odori.

E sguardi, e parole.

Io non so cosa dire, non so cosa scrivere. Ho paura di rovinare un’emozione traducendola in pensieri scritti, ho paura di rovinare ciò che vedo e che vedrò. Non ho il dono della penna, e l’unica cosa che sento di fare è….

Rosso, distanza attesa calma a lungo Elena rosso, ritorno da molto lontano

attraverso attraversi e stop. Film, forse Tarkovsky. Tartaruga verme salita

Eco

“Partire

lasciando il fermo gomito di costa

è crespo l’orizzonte e senza approdi

fuori da rotte di navigazioni

non so dove questo impulso snodi

è dato in un’arca che discosta va

verso una verità che non sia arcana”

(E. De Signoribus)

arcano imperatrice KING imperatore: l’arcano è contrassegnato dal numero quattro, numero associato alla stabilità e al mondo finito. Con l’Imperatore, la capacità di agire dell’Imperatrice, arcano tre, si concretizza in una realizzazione specifica, si incarna sulla terra. L’imperatore è il perfetto complemento dell’Imperatrice: se in lei l’intelligenza pura conduce alla saggezza, in lui la saggezza comanda l’intelligenza, al servizio dell’azione.

Specificità concretezza azione.

Esplodere

stare,

saper stare nell’abisso, nel vuoto, nell’emozione di bambini, nel ritmo, nel tempo, nello spazio, nello sguardo, nel respiro, nel coraggio, nella nudità di adulto -macchina che rompe il capo, meccanica infinita, spaccarsi di personalità, fumo che esce da bocche di cemento, bocche spalancate, torce guida, linee, orizzonti, necessità – nella generosità.

nella generosità…

Restare padrone dei propri progetti? Soggetto delle tue creazioni per diventarne più signore?

ho visto arrivare al dono di se stessi.

Ho visto scorrere nel flusso dell’acqua e del mare e tendere alla trasformazione, ho visto abitare un corpo, un frammento, un legno, uno spazio ampio, un gesto, un abito, un’emozione, un istinto, un gioco; un abitare che si lascia corrompere per diventare splendente……….alla faccia del bicarbonato.

Grazie…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: